Tag Archives: OMS

Svezzamento o alimentazione complementare

immagine-diego-svezzamentoDedico questo articolo a ogni mamma che, arrivata al momento dello svezzamento, è in preda a uno stato d’agitazione e ansia di non sapere “come fare”, che è un po’ sdubbiata di fronte alla ricetta monotematica per il suo bambino consegnatale di fretta dal pediatra senza tante spiegazioni, o che semplicemente ci vuole capire un po’ di più..

Primo fra tutti un chiarimento dovuto. Lo svezzamento è meglio detto alimentazione complementare. Il termine svezzamento infatti, implica il togliere un vizio, che sarebbe quello del latte materno. In realtà si tratta solo di aggiungere e non sostituire altri cibi e bevande a quella del latte, che dopo i sei mesi non è più sufficiente a colmare, da solo, i bisogni nutrizionali dei neonati.(WHO, Complementary feeding). Solo gradualmente e con i tempi del bambino, i pasti sostituiranno le poppate.

Vediamo cosa consigliano e come ci indirizzano Ministero della Salute, OMS, UNICEF, Continue reading »

Settimana dell’Allattamento Materno

immagine-settimana-allattamento-maternoA livello mondiale la 22a edizione della WBW-World Breastfeeding Week si è celebrata dall’1 al 7 Agosto. Dall’1 al 7 Ottobre si celebra in Italia e in alcuni paesi europei.

La SAM-Settimana dell’Allattamento Materno è una campagna fondamentale per affermare l’importanza di aumentare e sostenere la protezione, la promozione e il supporto dell’allattamento al seno. L’allattamento al seno è universalmente riconosciuto come un diritto per ogni bambino (Ministero della Salute). I Governi e le Nazioni Unite nel 1990 hanno riconosciuto il contributo che l’allattamento al seno ha per il raggiungimento degli otto obiettivi globali, gli Obiettivi di Sviluppo del Millennio (OSM), per combattere la povertà e promuovere uno sviluppo salutare e sostenibile (vedi, il sito dell’UNICEF). Continue reading »

Libere di scegliere come partorire

PETIZIONE LIBERE DI SCEGLIERE COME PARTORIRETraggo spunto dall’articolo di ieri, per segnalare un’importante petizione presente su www.change.orgLibere di scegliere come partorire, anche in Toscana“. La petizione è presente anche per Valle d’Aosta, Liguria, Veneto e Lombardia, Puglia, Abruzzo, Sicilia, regioni in cui come in Toscana, le donne non sono libere di scegliere come partorire, se a casa propria o in una casa maternità, con il rimborso per le spese sostenute da parte del Servizio Sanitario.

Attualmente il Parto extra-ospedaliero (a domicilio o casa maternità) è inserito fra le modalità di assistenza del Servizio Sanitario solo in Piemonte, Emilia-Romagna, Province autonome di Trento e Bolzano, Marche e Lazio. Continue reading »