Petizione contro le ostetriche di Real Time

buona-pratica-ostetricaIn questi giorni è stata presentata una petizione contro le Ostetriche di Real Time TV, protagoniste del programma “Ostetriche: Quando nasce una mamma”, ma più in generale è un atto di “azione rapida diffusa sull’etica e sul conflitto d’interesse destinata alle Ostetriche e ai Professionisti Sanitari che si occupano di Promozione della Salute, di percorso nascita e di alimentazione infantile”.

Io credo nel valore e nell’importanza del ruolo dell’ostetrica nell’accompagnamento al percorso nascita, nel suo fondamentale ruolo in fase di travaglio e parto nonché nell’avviamento di un efficace allattamento materno. L’ostetrica è una figura di primaria importanza anche nel sostegno alla mamma e al bambino nelle prime settimane dopo il parto per valorizzare le competenze della madre, del bambino e del nucleo familiare, per promuovere la naturale empatia e dare fiducia all’istinto materno nel rispondere alle esigenze naturali del suo piccolo.Le Ostetriche di Quando Nasce una Mamma, programma sponsorizzato dalla Chicco, che va in onda su Real Time TV il giovedì alle 22:10 non sono così. Quelle ostetriche violano il codice deontologico dell’ostetrica. Quelle ostetriche fanno di tutto per “mettere dei paletti” alle poppate dei neonati, consigliano di usare ciucci, mettendoli in bocca ai neonati anche con la forza.. Si fanno insomma promotrici dello sponsor Chicco già a partire dalle locandine pubblicitarie del programma: in una l’ostetrica tiene il ciuccio in mano, nell’altra il biberon. Oltretutto usano anche uno stile direttivo e prescrittivo che spiazza gli stessi genitori protagonisti della puntata di turno. Quelle Ostetriche violano il Codice Deontologico dell’ostetrica cosi come riconosciuto anche dalla stessa Federazione Nazionale del Collegio delle Ostetriche nel comunicato del 23 Marzo 2015 e prontamente segnalato dall’ostetrica Valentina Bonomi in una lettera aperta alla presidente FNCO Maria Vicario del 17 marzo e pubblicata dal blog il cerchio.

programma-quando-nasce-una-mamma

Ad ora è in atto una vera e propria mobilitazione da parte delle associazioni che difendono l’allattamento materno e “la buona pratica ostetrica” ed anche il Presidente dell’Ordine Psicologi del Lazio, Nicola Piccinini, prende posizione contro il programma sottolineando con sconcerto come le Ostetriche di Quando Nasce una Mamma diano ai genitori informazioni e consigli scorretti e con modalità del tutto errate sia nei metodi che nei contenuti..

Mami.org, IBFAN Italia, CIANB, La Leche League Italia, Human Rights in Childbirth Italia per citarne alcuni si stanno facendo portavoce con tutti i mezzi di informazione e di sostegno possibile dei tantissimi collegi, associazioni di ostetriche ma non solo, comitati, istituzioni, corsi di laurea, case maternità, senza dimenticare tutte le singole mamme che si sono rivoltati al programma e al comportamento delle Ostetriche del reality inorriditi ed esterrefatti.

È stata promossa una petizione su change.org contro quel modo di fare l’ostetrica, “per una buona pratica ostetrica”. Io l’ho firmata. Fatelo anche voi!

PS E’ possibile sottoscrivere anche la lettera aperta dai gruppi di mamme alla FNCO pubblicata sul sito del Movimento Allattamento Materno Italiano.

l’immagine dell’ostetrica con una mamma, ad inizio articolo, appartiene al sito CreattivAmente Ostetriche, http://www.creattivamenteostetriche.it/index.htm.

change.org

Silvia Giorgi

Silvia Giorgi

Sono Silvia, ho 37 anni e faccio un mestiere che ho scoperto essere molto duro: la mamma a tempo pieno dei miei due strombolini. Con questo blog vorrei condividere idee, pensieri, opinioni, riflessioni e dubbi della mia quotidianità di genitore, insieme a tutte le mamme e i papà che cercano di svolgere, come me e Andrea, il proprio ruolo con consapevolezza. O almeno ci proviamo!
Silvia Giorgi

About Silvia Giorgi

Sono Silvia, ho 37 anni e faccio un mestiere che ho scoperto essere molto duro: la mamma a tempo pieno dei miei due strombolini. Con questo blog vorrei condividere idee, pensieri, opinioni, riflessioni e dubbi della mia quotidianità di genitore, insieme a tutte le mamme e i papà che cercano di svolgere, come me e Andrea, il proprio ruolo con consapevolezza. O almeno ci proviamo!

2 thoughts on “Petizione contro le ostetriche di Real Time”

  1. Alice

    Sono Alice, psicologa ma soprattutto mamma di Chloe che allatto da 17 mesi e mezzo. Quando è nata, la nostra ostetrica non ci ha parlato di ciuccio o latte artificiale, ma ci alha spiegato i benefoci del latte di mamma e dell’allattamento a richiesta, senza orari e paletti imposti.

    1. Silvia Giorgi Post Author

      Ciao Alice ti ringrazio tanto per avermi scritto e aver condiviso la tua bellissima esperienza di essere mamma.
      Finché ci saranno donne come te e la tua ostetrica, le multinazionali alla stregua della Chicco non l’avranno mai vinta. Con i soldi e la pubblicità non si comprano i nostri cuori e il nostro istinto materno!
      Ma non dobbiamo rinunciare mai a far sentire la nostra voce, anche a costo di farci dare delle fanatiche: rispondere ai bisogni naturali dei nostri bambini senza “paletti” né timore di “dargli il vizio” è un emozione così unica e forte che non vale la pena di perderla..è insita nell’essere mamma, senza se e senza ma.
      Un caro abbraccio

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>