Idee per giocare con i neonati

foto-mamma-gioca-con-neonatoQuesta tipica giornata autunnale grigia e piovosa che mi ha fatto stare chiusa in casa con Zoe mi ha ispirato per condividere delle semplici idee per giocare con i neonati. Sono dei bei momenti in cui anche solo guardarci e sorriderci ci emoziona tantissimo: basta davvero poco, nulla direi, per regalarci la gioia di avere tra le braccia il nostro bambini che non ha occhi che per noi e al solo guardarci, ritrovarci o rivederci ci sorride e muove braccia e gambe dalla felicità.

Però avere dei giochi da fare insieme in modo da stimolare i nostri bambini in base al loro sviluppo psicofisico può essere utile.

Non mi riferisco a veri e propri giocattoli, anche se al riguardo merita citare un opuscolo del Ministero della Salute che ho trovato per caso. Si chiama Un gioco per ogni età e associa da zero a 12 anni una breve descrizione dello sviluppo psicofisico del bambino alle tipologie di giochi più adatte alla fascia d’età o di sviluppo del bambino.

Quello di cui vorrei parlare sono dei semplici gesti da fare insieme ai nostri bambini, visto che ancora così piccoli..molto spesso preferiscono interagire con noi, con le nostre espressioni, i nostri occhi, la nostra bocca, il nostro corpo che con un giocattolo inanimato che si muove, suona, si illumina, vibra…Come dice giustamente il pediatra Paolo Sarti su UPPA – Un pediatra per Amico, nell’articolo Giocattoli per neonati. Meglio un volto amico “Qualche volta l’oggetto giocattolo può servire da occasione, da scusa affinché l’adulto entri in relazione e quindi inizi a giocare col bambino. Ma da solo questo oggetto non può portare informazioni cariche di valore”.

Nell’articolo Consigli per favorire lo sviluppo psicologico e motorio del bambino del pediatra Franco Pomiato ho trovato le migliori idee per giocare con i neonati da 1 a 18 mesi. Vi consiglio vivamente di leggerlo, in base alla fascia d’età del vostro bambino, merita veramente! Di seguito degli spunti esemplificativi:

  • Con bambini da uno a quattro mesi si può:
  1. muovere le mani davanti al suo viso;
  2. stimolarlo con degli oggetti che producono suoni, luci o semplicemente colorati; facendoli anche comparire e scomparire dalla sua vista
  3. sorridergli e ripetere i suoi versetti;
  4. farlo presenziare alle attività dei familiari.

 

  • Con bambini da quattro a otto mesi si può:
  1. iniziare a “leggere” di libri. magari prediligiamo quelli che possano essere messi in bocca senza problemi di stoffa o plastica;
  2. giocare con i suoi piedini;
  3. giocare a fare “ciao”, “batti le manine” o dare baci;
  4. giocare insieme allo specchio;
  5. fargli toccare e afferrare la bocca, il naso, gli occhi..o altre parti del nostro viso;
  6. giocare a cucù, a cavallino o a dondolo (io canto staccia buratta).

 

  • Con bambini da 8 a 12 mesi si può:
  1. giocare a chiedere dove sono le parti del nostro corpo (mani, bocca, naso);
  2. giocare insieme a “dare e prendere” un oggetto (dare qualcosa al bambino e poi chiedere di rendercelo);
  3. guardare insieme gli aerei nel cielo e imitare con la voce il rumore che fa;
  4. incentivarlo a fare “ciao” con la mano o a battere le manine;
  5. stimolare il bambino a imitare suoni e rumori della vita di tutti i giorni
  6. giocare a nascondere o coprire oggetti di interesse del bambino

 

  • Con bambini da 12 a 18 mesi si può:
  1. stimolare la comprensione e il linguaggio con semplici comandi come chiedergli dove siamo o dove sono delle cose, invitarlo a salutare, mandare baci, battere le manine;
  2. giocare a mettere le cose dentro e fuori dai contenitori
  3. giocare con delle cose che rotolano
  4. giocare a “far finta di”

Buon divertimento a tutti!

Silvia Giorgi

Silvia Giorgi

Sono Silvia, ho 37 anni e faccio un mestiere che ho scoperto essere molto duro: la mamma a tempo pieno dei miei due strombolini. Con questo blog vorrei condividere idee, pensieri, opinioni, riflessioni e dubbi della mia quotidianità di genitore, insieme a tutte le mamme e i papà che cercano di svolgere, come me e Andrea, il proprio ruolo con consapevolezza. O almeno ci proviamo!
Silvia Giorgi

About Silvia Giorgi

Sono Silvia, ho 37 anni e faccio un mestiere che ho scoperto essere molto duro: la mamma a tempo pieno dei miei due strombolini. Con questo blog vorrei condividere idee, pensieri, opinioni, riflessioni e dubbi della mia quotidianità di genitore, insieme a tutte le mamme e i papà che cercano di svolgere, come me e Andrea, il proprio ruolo con consapevolezza. O almeno ci proviamo!

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>