Giornata mondiale dell’alimentazione

Piccola postilla all’articolo sui cibi industriali per bambini.

immagine-giornata-mondiale-alimentazioneOggi 16 Ottobre è la Giornata mondiale dell’alimentazione (FAO, Organizzazione delle Nazioni Unite per l’Alimentazione e l’Agricoltura). Il tema di quest’anno – Agricoltura familiare: “Nutrire il mondo, preservare il pianeta” – è stato scelto per valorizzare l’agricoltura familiare e i piccoli agricoltori.

L’Assemblea generale dell’ONU ha designato il 2014 “Anno internazionale dell’agricoltura familiare” puntando l’attenzione del mondo sul ruolo dell’agricoltura familiare nel debellare fame e povertà per una sicurezza alimentare mondiale e la realizzazione di uno sviluppo sostenibile.

L’ONU riconosce tra i diritti umani fondamentali il diritto a acqua pulita e cibo sano. Quando si parla di sovranità alimentare si indica il diritto dei popoli a produrre da soli il proprio cibo, nel rispetto delle loro culture e tradizioni, oltre che del loro ambiente. (ibfan Italia, Occhio al Codice, Speciale “Alimentazione complementare e cibi industriali per bambini)

L’uso diffuso di cibi industriali ci priva di questa sovranità e soprattutto priva i bambini del diritto ad essere alimentati con cibi prodotti in loco, facenti parte della loro cultura e tradizione. Infine, e soprattutto, i cibi industriali fanno parte di quel circolo vizioso che obbliga uomini e donne dei paesi impoveriti a lavorare invece per produrre gli ingredienti per fabbricare i cibi industriali consumati soprattutto nei paesi ad alto reddito.

Per tutti questi motivi, riflettiamo sull’importanza dell’agricoltura familiare e dei piccoli agricoltori. Non solo per la Giornata mondiale dell’alimentazione.

Silvia Giorgi

Silvia Giorgi

Sono Silvia, ho 37 anni e faccio un mestiere che ho scoperto essere molto duro: la mamma a tempo pieno dei miei due strombolini. Con questo blog vorrei condividere idee, pensieri, opinioni, riflessioni e dubbi della mia quotidianità di genitore, insieme a tutte le mamme e i papà che cercano di svolgere, come me e Andrea, il proprio ruolo con consapevolezza. O almeno ci proviamo!
Silvia Giorgi

About Silvia Giorgi

Sono Silvia, ho 37 anni e faccio un mestiere che ho scoperto essere molto duro: la mamma a tempo pieno dei miei due strombolini. Con questo blog vorrei condividere idee, pensieri, opinioni, riflessioni e dubbi della mia quotidianità di genitore, insieme a tutte le mamme e i papà che cercano di svolgere, come me e Andrea, il proprio ruolo con consapevolezza. O almeno ci proviamo!

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>