Bicicletta senza pedali Strider

foto-bambino-strider-bikeIo e Andrea abbiamo visto la prima STRIDER in vacanza. In sella, due fratellini tedeschi, al seguito dei genitori. Diego aveva un anno. Loro, una manciata di più. Io, istintivamente molto scettica, non capivo che utilità potesse avere una bicicletta senza pedali. Allora a cosa serve, ho domandato? Andrea invece ne è rimasto subito affascinato. E, una volta tornati a casa, ha subito cercato ogni tipo di recensione su queste sconosciute balance bike. (biciclette senza pedali, in italiano)

Per essere precisi questo tipo di bicicletta non ha pedali, non ha le rotelline, non ha cambio, né freni né catena. Però ha un vantaggio enorme: aiuta i nostri bambini a imparare a stare in equilibrio da subito. Divertendosi. In rete ci sono dei video straordinari di recensioni di bambini di 2, 3 anni con una sicurezza e un’agilità sulle loro biciclette senza pedali davvero sbalorditive! Non so perché in Italia ci sembra normale far usare ai nostri bambini quelle pesantissime e macchinose biciclette con le rotelline, sempre a rischio ribaltamento perché molto instabili su qualunque superficie che non sia perfettamente liscia.

Ormai, era deciso! Anche Diego avrebbe avuto la sua bicicletta senza pedali!

Andrea è molto pignolo quando deve scegliere. E’ un ingegnere nell’anima. Valuta sempre un sacco di aspetti e dettagli prima di acquistare, si fa proprio una cultura e per settimane diventa monotematico. E anche per la bicicletta ha visto decine di video, recensioni, letto forum e caratteristiche tecniche di tutte le marche in commercio.

Noi abbiamo scelto una bicicletta senza pedali STRIDER ST-4. E dopo quasi due anni di utilizzo ne siamo davvero entusiasti!

Questa la nostra recensione.

foto-bambino-bici-senza-pedali

Le principali caratteristiche che, dal nostro punto di vista, la rendono unica nel suo genere:

  • è un prodotto robusto, d’acciaio, ma allo stesso tempo leggerissima: pesa meno di 3 kg! Anche Diego la tira su con una mano e se gli cade addosso quando scende non si fa male. Quindi può tranquillamente usarla in autonomia. E, particolare da non sottovalutare, quando i bimbi si stancano di usarla, si può portare sotto il braccio..come una baguette!
  • Insegna davvero i fondamenti dell’equilibrio e a prendere dimestichezza con l’uso dello sterzo. Diego non ne ha mai avuto paura perché potendo sempre tenere i piedi in terra si sentiva sicuro! Ha inoltre acquisito molta fiducia in se, vedendo cosa riusciva a fare, divertendosi!
  • Nell’imballaggio originale è scomposta in tre pezzi. In dieci minuti, senza bisogno di attrezzi o complicate istruzioni, è già pronta all’uso.
  • É completamente regolabile: sellino e manubrio, si alzano ed abbassano con estrema facilità, anche in questo caso senza necessità di usare alcun attrezzo. L’ideale per un bambino alto come Diego, che a tre anni ha già superato il metro o per fratelli, cugini e amichetti più grandicelli che incuriositi vorranno sicuramente testarla..
  • É adatta per una fascia d’età che va dai 18 mesi ai 5 anni (ma a richiesta sono disponibili ricambi per poterla utilizzare fino a 7 anni).
  • Insegna davvero i fondamenti dell’equilibrio e a prendere dimestichezza con l’uso dello sterzo. Diego, pur essendo per sua natura un fifone, non ne ha mai avuto paura perché potendo sempre tenere i piedi in terra si sentiva sicuro! Ha inoltre acquisito molta fiducia in se, divertendosi! Con questa bicicletta è il bambino, secondo i suoi tempi e i suoi ritmi a passare da uno step evolutivo al successivo: all’inizio ci camminerà semplicemente senza appoggiare il sedere sul sellino, poi inizierà a sedersi e spingersi con i piedi e solo quando avrà preso padronanza della sua STRIDER inizierà ad alzare i piedi da terra sempre più spesso, spingendosi con sempre più forza per prendere velocità.
  • É adatta a viaggiare in tutte le superfici, in interni ed esterni, sia in salita che in discesa.
  • Ha il baricentro basso per un’estrema maneggevolezza
  • Particolare da non trascurare, è sviluppata e consigliata dalla NBL (federazione BMX Americana).

Il sito www.striderbikes.com è in inglese. Per chi ha un po’ di confidenza con la lingua ci sono tante informazioni e spiegazioni utili, consigli, dettagli tecnici, tabelle di comparazione fra i vari modelli e rispetto ai tricicli.

Se ai giardini i bambini, anche di 6 anni, vengono sempre a chiederci se possono farsi un giro sulla STRIDER di Diego ci sarà un perché…

 

Silvia Giorgi

Silvia Giorgi

Sono Silvia, ho 37 anni e faccio un mestiere che ho scoperto essere molto duro: la mamma a tempo pieno dei miei due strombolini. Con questo blog vorrei condividere idee, pensieri, opinioni, riflessioni e dubbi della mia quotidianità di genitore, insieme a tutte le mamme e i papà che cercano di svolgere, come me e Andrea, il proprio ruolo con consapevolezza. O almeno ci proviamo!
Silvia Giorgi

About Silvia Giorgi

Sono Silvia, ho 37 anni e faccio un mestiere che ho scoperto essere molto duro: la mamma a tempo pieno dei miei due strombolini. Con questo blog vorrei condividere idee, pensieri, opinioni, riflessioni e dubbi della mia quotidianità di genitore, insieme a tutte le mamme e i papà che cercano di svolgere, come me e Andrea, il proprio ruolo con consapevolezza. O almeno ci proviamo!

2 thoughts on “Bicicletta senza pedali Strider”

  1. Amandine

    Anche Decathlon vende una bici senza pedali molto carina al modico prezzo di 40 €! ed ha pure un freno, per insegnare i primi riflessi a questi bimbi già cosi’ bravi!

    1. Silvia Giorgi Post Author

      Cara Amandine, ti ringrazio molto della segnalazione. Ieri abbiamo guardato il sito di Decathlon e in Italia purtroppo il prezzo è 49,95€. La bicicletta Strider è vero che costa il doppio però è vero anche che offre il poggia piedi, la bici più leggera della categoria e il sedile più basso di tutte le altre senza pedali, per permettere anche ai bimbi di 18 mesi di poterla usare fino a 5 anni (con gli appositi accessori in dotazione fino ai 7 anni).
      Credo che sia giusto dare onore al merito di un’azienda che ha sviluppato una bicicletta unica nel suo genere. Poi, come in tutte le cose, sta a ognuno di noi valutare quanta importanza hanno per noi questi dettagli.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>